Ciao 2018...

Sportivamente parlando, alla fine, questo anno partito male con l'operazione subita in febbraio ai legamenti del ginocchio destro, può considerasi soddisfacente visto quanto potuto ancora fare in sella alla mia trekking ed in seguito sugli sci, contando pure questa ultima uscita assieme a Mario, che oltre ad essere un gran pedalatore è pure un ottimo sciatore

Location sempre la stessa, la mia adorata Saas Fee, anche perché il mio compagno di merende, oltre a non aver ancora staccato lo stagionale, era la prima volta che metteva piede in questa  località vallesana

Immaginando di trovare il pienone in questi giorni di festa, si parte, come d'altronde d'abitudine di buon'ora, e una volta parcheggiata l'auto, usufruendo del bus navetta si raggiunge la biglietteria, desolatamente vuota, per staccare lo skipass di Mario

Di solito le prime discese avvengono attorno al Morenia, servendoci, a mio avviso, di una delle più belle piste del comprensorio ovvero la Egginerpiste. E' vero si tratta di una semplice blu ma stupenda per cercare di affinare la tecnica e per poter scaldare al meglio i muscoli in previsioni della strepitosa che ci attende

Ma oggi, in previsione del pienone previsto per questo San Silvestro, opto per raggiungere immediatamente la vetta dell'Allalin, visto che il trenino che ci porterà in quota è semi-deserto

Cosi servendoci del Metro Alpin, la funicolare sotterranea più alta del mondo, arriviamo ai 3500 mt del Mittelallalin, da dove é quasi possibile toccare con mano tutte le cime più alte delle alpi che ci circondano

Inizia la giornata vera di sci, prime discese girando in lungo ed in largo il  comprensorio dello sci estivo, approfittando dei pochi turisti in giro, in seguito si esplorano le piste servite dalla seggio del Längfluh e l'ancora del Feechatz, paragonabile in quanto a lentezza a quelle del mitico Sanbe... ma per fortuna nostra in pieno sole

Dopo la parte superiore, è la volta di una tirata sino a Valle passando dalle rosse dell'Allalin, dal mitico muretto della Panorama, dalla  Ritzi, per poi terminare con la blu della Gletschergrotte prima di risalire in quota con le nuove cabine dello Spielboden 1 e 2  

Per poi ridiscendere a valle passando dapprima dalla nera e poi dalla rossa dello Spielboden, per poi, servendoci delle gondole del Plattjen, e dopo la meritata pausa caffè, i affrontare una delle mie piste preferite di Saas Fee, ovvero la Galen.

Ancora qualche scatto sulle circostanti cime e via di nuovo verso valle. Si risale con un Alpine Express semi-vuoto e ci si concentra con alcune discese nella parte centrale del comprensorio sfruttando le piste che attorniamo l'area del Morenia

Siamo ormai giunti a fine giornata, si decide di risalire sino ai 3500 del Mittelallalin prima di affrontare e salutare con l'ultima sciata  questo 2018 ed augurare a tutti un Anno 2019 ricco di felicità e soddisfazioni....

Arrivederci al prossimo Anno

Commenti: 4
  • #4

    Nik (mercoledì, 02 gennaio 2019 08:27)

    Ciao Fil Buon An a ti e family...

  • #3

    Filippo Mattei (martedì, 01 gennaio 2019 21:44)

    Grande Nik
    Buon anno

  • #2

    willy (martedì, 01 gennaio 2019 19:43)

    Bravi Nik&Mario...salvo imprevisti la prossima ci sarò pure io...Buon anno nuovo �

  • #1

    Paolo (martedì, 01 gennaio 2019 17:49)

    Buon Anno a te Nik!