Andermatt - Gemsstock

Ci stiamo avvicinando alla fine di un'altra stagione di sci, che contrariamente alle previsioni, e nonostante la poca neve caduta in questo inverno, può considerarsi soddisfacente sia per quanto attiene le uscite effettuate che la qualità di sci espresso

E così, dovendo recuperare un giorno di ferie,  questo 31 marzo 2017 ho pensato bene di passarlo sciando in una località che era da molti, troppi anni che mancavo. 

Scelta migliore non potevo fare

Non distante da casa, sicuro di trovare neve ancora invernale, con poca gente, visto che a Saas Fee oggi era per me impraticabile visto l'inizio dell'Adrenaline Cup e di sicuro le piste saranno state sovraffollate,  la scelta non poteva cadere che sul comprensorio di Andermatt ed in particolare sulle magnifiche piste del Gemsstock

Un caffè al volo prima di salire con la prima funivia di giornata e via  verso la Sonnenpiste  per un prima discesa di riscaldamento prima di buttarci a capofitto lungo tutte le piste del comprensorio. Questa almeno era l'intenzione, ma vista la qualità della neve trovata, la poca gente in pista ed il fondo estremamente invitante,  non abbiamo resistito e subito abbiamo rifatto la stessa pista...

Approfittando delle condizioni eccezionali del manto nevoso, prima che la temperatura salisse alle stelle, visti i 9° trovati al parcheggio al nostro arrivo, ne abbiamo approfittato per una tirata sino al paese, ed abbiamo fatto bene visto che sotto la neve iniziava a risentire delle calde temperature dei giorni passati e di oggi stesso

Tornati ai 2906 metri della vetta è ormai giunta l'ora di scendere verso l'ancora che ci porta nella parte le Lutersee ed allora prima di gettare le punte dei nostri sci verso la Regina delle  piste del luogo, affrontiamo la Gurschenstock Abfahrtsroute, pista dalla pendenza da urlo e condita per l'occasione da alcune cunette che la rendono ancora più divertente

E così si sale con la vecchia ed interminabile ancora ad affrontare la pista del Lutersee, che ci accoglie pure in grande spolvero, con un fondo bello duro come se ci trovassimo nel bel mezzo di  un vero inverno.

La giornata sta per terminare, per quanto riguardo lo sci, si sale ancora una volta sulla funivia che ci porta al punto di partenza e finalmente è giunta l'ora di testare la leggendaria Bernhard Russi Run. Abbiamo la fortuna di trovarla completamente deserta, è l'occasione per testare a fondo i miei Skiman. 

E' la prima volta che oso usarli con queste pendenze come mi è stato insegnato ad inizio stagione dall'amico Corvo a Zermatt ed ho ben fatto, è stata la discesa più bella e divertente della stagione, condotta su due binari da urlo tanto che arrivati in fondo si decide subito di ripetere l'esperienza

La giornata è terminata, si scende nuovamente sino in paese, stavolta su neve completamente sfatta, la voglia di sciare è comunque talmente alta che pure il mio socio Fabri oggi lo vedo in palla, infatti mi sorprende e scende su questa "pappata" come se stesse sciando su pavimento didattico, lo ringrazio per la compagnia e gli faccio i complimenti per come è progredito nel corso di questo anno di sci. Ma attento la stagione non è terminata... ora non ti resta che provare lo sci estivo e ricordati, Saas Fee è dietro l'angolo....

Commenti: 2
  • #2

    Nick (lunedì, 03 aprile 2017 10:22)

    Te l'avevo detto che Andermatt non tradisce mai.... gran bella sciata con neve stupenda e piste in perfetto stato... una goduria

  • #1

    fabri (domenica, 02 aprile 2017 20:06)

    grazie Nick.. . ottima giornata e grande sciata